Il prossimo 25 ottobre, dalle ore 18 alle ore 20, presso la Sala del Cenacolo del Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, verrà presentato il volume su Franchino Gaffurio (1451-1522), a cura di Davide Daolmi.
 
Franchino Gaffurio fu maestro di cappella nel duomo di Milano al tempo di Ludovico il Moro e di Leonardo da Vinci. Viene ricordato soprattutto come teorico musicale per la pubblicazione dei primi tre fondamentali trattati di teoria della musica, ma la sua produzione compositiva è ampia e di straordinaria qualità. In quanto maestro del Duomo di Milano, la sua musica fu gelosamente conservata in cattedrale e racchiusa in quattro grandi volumi in formato in folio, chiamati appunto «libroni». Purtroppo l'ultimo volume, in mostra all'Esposizione Internazionale di Milano del 1906, andò distrutto a seguito dell'incendio del padiglione (ma il suo contenuto è stato ricostruito).
 
 

AVVERTENZA PER IL PUBBLICO

Invitiamo tutti coloro che fossero interessati
a partecipare ai concerti organizzati
dall'Accademia Musica Antica di Milano (A.M.A.MI.)
di prenotare anzitempo il posto a sedere,
mettendosi in contatto con la
Gioventù Musicale d'Italia, tel. 02-89400840.
Senza la prenotazione del posto,
non sarà possibile
accedere alla sala nella quale si svolgerà il concerto.
 
 
PRIMO CONCERTO. Giornata europea della musica antica (21 marzo 2017)
Sagrestia della Basilica di Santa Maria delle Grazie di Milano, ore 21.
Alessandro Stradella (1644-1682), Motetti concertati a due voci, con violini e basso continuo. Prima esecuzione in epoca moderna.
Collegium vocale et instrumentale «Nova Ars Cantandi» (Luca Giardini e Andrea Guerra, violini; Jean-Marie Quint, violoncello barocco; Paolo Cherici, arciliuto; Ivana Valotti, organo). Giovanni Acciai, concertazione.
PROGRAMMA
A. Stradella (1644-1682), Sinfonia in D minore, per violino, violoncello e basso continuo. (Modena, Biblioteca estense, Mus. G. 210, n. 2).
Surge, cor meum, per Soprano e basso continuo. (Modena, (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1141, carte 1r-7v).
Et egressus est a filia, per Alto e basso continuo. «Lamentatione Per il Mercordi (sic) Santo». (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1140, carte 41r-48r).
Ave, Regina caelorum, per Soprano, Alto e basso continuo. Antifona mariana (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1140, carte 28v-34v).
Toccata in A minore, per organo. (Roma, Biblioteca del Conservatorio di «Santa Cecilia», MS A/400, carte 68v-74).
O vos omnes qui transitis, per Alto, due violini e basso continuo. (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1140, carte 48v-60r).
Plaudite vocibus, per Soprano e basso continuo. (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1141, carte 8r-14v).
Care Jesu suavissime, per Soprano, Alto, due violini e basso continuo. Roma,1677. (Modena, Biblioteca estense, Mus. F. 1140, carte 1r-28v).
 
SECONDO CONCERTO (20 aprile 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
L’ultimo romano. Liutisti e chitarristi romani fra Seicento e Settecento. Simone Vallerotonda, arciliuto e chitarra.
PROGRAMMA
Lorenzino romano del liuto (1552-1590), Fantasia (dal «Thesaurus harmonicus», Köln 1603)
Hieronimus Kapsberger (1580-1651), Toccata VI, Gagliarda V, Corrente I (dal «Libro primo d’intavolatura di lauto», Roma 1611)
Anonimo romano (Sec. XVII), Passacaglia
Giovanni Paolo Foscarini (1600-1647), Gagliarda francese, Pavaniglia (da «Li cinque libri della chitarra spagnuola», Roma 1640)
Ferdinando Valdambrini romano (Sec. XVII), Passacaglia, Capona (dal «Libro primo e secondo di chitarra», Roma 1646)
Giovanni Zamboni romano (XVII sec.), Sonata VIII [Arpeggio, Allemanda, Giga Sarabanda, Minuetto];
Sonata VI [Alemanda, Giga Sarabanda (Largo), Gavotta]; Sonata XI [Grave, Current, Sarabanda, Minuet, Ceccona].
(Da «Sonate d’intavolatura di leuto», Lucca 1718).
 
TERZO CONCERTO (4 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Amore e pazzia.
Marina Bartoli, canto; Alessandro Palmeri, violoncello; Claudio Astronio, organo e direzione.
PROGRAMMA
Giovanni Battista Vitali (1632-1692), Toccata e Ruggero
Alessandro Stradella (1644-1682), È pazzia l’innamorarsi
Barbara Strozzi (1619-1677), È pazzo il mio core
Alessandro Scarlatti (1660-1725), Toccata. Partite sopra «La follia»
Antonio Vivaldi (1678-1741), Fonti del pianto (RV 656)
Benedetto Marcello (1686-1739), Sonata in G maggiore, per violoncello e basso continuo
Tarquinio Merula (1595-1665), Folle è ben che si crede
Hor ch’è tempo di dormire (Canzonetta spirituale sopra la Nanna)
Georg Friedrich Händel (1685-1759), Vo’ far guerra (Recitativo: Oh, worse than death indeed; Aria: Angels ever bright and fair; Aria: Crudel tiranno amor)
 
QUARTO CONCERTO (11 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Le sonate a tre di Alessandro Stradella.
Ensemble «Arte Musica» (Marco Piantoni e Nunzia Sorrentino, violini; Rebecca Ferri, violoncello). Francesco Cera, clavicembalo e concertazione.
PROGRAMMA
Alessandro Stradella (1644-1682), Sinfonia a tre, in C maggiore (Grave-Allegro, Allegro, Largo, Presto)
Sinfonia a tre, in A minore (Largo-Allegro, Presto-Adagio, Canzona, Corrente)
Sinfonia a tre, in D maggiore (Largo-Allegro, Presto-Adagio, Allegro, Presto)
Bernardo Storace (Sec. XVII), Passacagli per Alamire, per clavicembalo
Alessandro Stradella (1644-1682), Sinfonia per violino e violoncello, in D minore
Sinfonia, in A minore (Allegro, Adagio, fuga, Allegro)
Sinfonia, in F maggiore (Presto, Adagio, Largo-Allegro, Presto)
Bernardo Pasquini (1637-1710), Toccata, per clavicembalo
Suite in F maggiore (Allemanda, Corrente, Giga, Bizzarria)
Alessandro Stradella (1644-1682), Sinfonia, in D maggiore (Allegro, Allegro, Adagio, Fuga, Presto)
 
QUINTO CONCERTO (18 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Gioielli strumentali di Alessandro Stradella e dei suoi contemporanei.
Ensemble «Accademia del Ricercare» (Maurizio Cadossi e Vittoria Panato, violini; Lorenzo Cavasanti e Manuel Staropoli, flauti; Antonio Fantinuoli, violoncello;
Claudia Ferrero, clavicembalo). Pietro Busca, concertazione.
PROGRAMMA
Maurizio Cazzati (1616-1678), Sonata per flauto e orchestra «La Caprara», op. 35, n. 10 (Allegro, Presto, Allegro, Presto)
Sonata per flauto e orchestra La Zambecari», op. 35, n. 12
Giovanni Maria Bononcini (1642-1678), Sonata a tre, per due flauti e basso continuo, op. 6, n. 9 (Presto, Adagio, Presto)
Sonata a tre dell’Ottavo Tuon, un Tono piú alto, per due violini e basso continuo, op. 6, n. 5 (Largo affettuoso, Adagio, Allegro)
Alessandro Stradella (1644-1682), Sinfonia a due violini e basso continuo (Allegro, Andante comodo, Allegro risoluto, Corrente)
Sinfonia a due flauti e basso continuo (Grave, Allegretto, Grave, Allegro)
Sonata a violino solo e basso continuo (Andante, Allegro spiccato, Adagio, Vivo, Adagio, Alllegro)
Sinfonia per violino, flauto e basso continuo (Andante, Vivo, Andante, Allegro spiccato, Allegro)
Sonata a quattro per due violini e due flauti divisi in due cori (Allegro, Andante, Presto)
 

Giovedí, 17 novembre 2016, ore 21
Sala del Cenacolo

Martedí, 7 giugno 2016, ore 21
Sala del Cenacolo

MUSICA CLASSICA
A.M.A.MI, L'ACCADEMIA DI ACCIAI SI PRESENTA:

MILANO: ACCIAI E IL VESPRO DI BASSANI

 

Riunire le competenze necessarie per la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio musicale

A.M.A.M.I. Antica

 

La neonata Accademia si propone di sistemare, registrare ed eseguire dal vivo rarità