MILANO: ACCIAI E IL VESPRO DI BASSANI

 

Riunire le competenze necessarie per la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio musicale

italiano dei secoli XVI-XVII attraverso la ricerca delle fonti, l'edizioni, la pubblicazione, le incisioni e le esecuzioni: questi gli scopi dell'Accademia di Musica Antica, istituzione che inaugurerà le sue attività il 21 marzo, Giornata europea della musica antica con la prima esecuzione in tempi moderni, alla Sala delle Colonne del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, del Vespro della Beata Vergine tratto dalla raccolta Armonici entusiasmi di Davide, ovvero Salmi concertati a quattro voci con violini e suoi ripieni, Opera nona, del compositore padovano Giovanni Battista Bassani, esponente del cosiddetto "primo Barocco" e ideale punto di incontro musicale tra Monteverdi e Pergolesi. Il brano, integralmente trascritto In edizione moderna da Giovanni Acciai, verrà da lui diretto ed eseguito dal Collegium vocale et instrumentale "Nova Ars Cantandi.

 

Info: 0289400840, www.jeunesseit