PRIMO CONCERTO. Giornata europea della musica antica (21 marzo 2018)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Confitebor.
Un concerto spirituale nella Lubecca del Seicento, a tre voci, con violini e basso continuo. (Musiche di Claudio Monteverdi, Nicolaus Bruhns, Dietrich Buxtehude, Johann Christian Schieferdecker, Giovanni Battista Bassani) 
Collegium vocale et instrumentale «Nova Ars Cantandi»
Giovanni Acciai, direzione
 
SECONDO CONCERTO (5 aprile 2018)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Musica per cembalo a Napoli, fra Seicento e Settecento.
Enrico Baiano, cembalo
 
TERZO CONCERTO (3 maggio 2018)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Napoli al centro del mondo.
Sonate e cantate di Händel, Scarlatti, Mancini e altri.
Arianna Venditelli, soprano
Ensemble «Zefiro»
Alfredo Bernardini, oboe
Alberto Grazzi, fagotto
Takashi Watanabe, cembalo
 
QUARTO CONCERTO (10 maggio 2018)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Sirene e Ninfe napolitane.
Cantate a voce sola di Alessandro Scarlatti e Francesco Mancini.
Naomi Rivieccio, soprano
Ensemble «Talenti Vulcanici» della Fondazione «Pietà de’ Turchini» di Napoli
Karolina Szewczkowska, violoncello
Elisa La Marca, liuto
Stefano Demicheli, cembalo e direzione
 
QUINTO CONCERTO (31 maggio 2018)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Festa, crisi e devozione.
Motetti di anonimi napoletani secenteschi.
Ensemble «Theatro dei cervelli»
Andrés Locatelli, flauto e direzione
 
 
STAGIONE CONCERTISTICA 2017 
 
   PRIMO CONCERTO. Giornata europea della musica antica (21 marzo 2017)
Sagrestia della Basilica di Santa Maria delle Grazie di Milano, ore 21.
Alessandro Stradella (1644-1682), Motetti concertati a due voci, con violini e basso continuo. Prima esecuzione in epoca moderna.
Collegium vocale et instrumentale «Nova Ars Cantandi» (Luca Giardini e Andrea Guerra, violini; Jean-Marie Quint, violoncello barocco; Paolo Cherici, arciliuto; Ivana Valotti, organo). Giovanni Acciai, concertazione.
 
SECONDO CONCERTO (20 aprile 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
L’ultimo romano. Liutisti e chitarristi romani fra Seicento e Settecento. Simone Vallerotonda, arciliuto e chitarra.
 
TERZO CONCERTO (4 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Amore e pazzia.
Marina Bartoli, canto; Alessandro Palmeri, violoncello; Claudio Astronio, organo e direzione.
 
QUARTO CONCERTO (11 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Le sonate a tre di Alessandro Stradella.
Ensemble «Arte Musica» (Marco Piantoni e Nunzia Sorrentino, violini; Rebecca Ferri, violoncello). Francesco Cera, clavicembalo e concertazione.
 
QUINTO CONCERTO (18 maggio 2017)
Museo della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano, sala del Cenacolo, ore 21.
Gioielli strumentali di Alessandro Stradella e dei suoi contemporanei
Ensemble «Accademia del Ricercare» (Maurizio Cadossi e Vittoria Panato, violini; Lorenzo Cavasanti e Mnuel Staropoli, flauti; Antonio Fantinuoli, violoncello;
Claudia Ferrero, clavicembalo). Pietro Busca, concertazione.